La guida completa al Bonus pubblicità 2024

Il Bonus pubblicità 2024 rappresenta un’importante iniziativa governativa volta a sostenere le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali attraverso agevolazioni fiscali mirate agli investimenti pubblicitari. Questo credito d’imposta, noto anche come “credito d’imposta pubblicità“, offre alle aziende un’opportunità unica per promuovere la propria crescita attraverso campagne pubblicitarie. Tuttavia, per poter beneficiare pienamente di questa agevolazione è fondamentale comprendere i dettagli e rispettare le scadenze.

I dettagli del Bonus pubblicità 2024

Il Bonus pubblicità 2024 è disciplinato dall’articolo 25-bis del DL numero 17 del 2022. Si tratta di un credito d’imposta concesso dallo Stato sotto forma di compensazione sull’F24, riservato esclusivamente agli investimenti pubblicitari su testate giornalistiche (digitali e cartacee) registrate al Tribunale, con un direttore responsabile di riferimento.

bonus-pubblicità-2024

Requisiti per l’accesso al Bonus

Per accedere al Bonus Pubblicità 2024, è necessario rispettare alcuni requisiti fondamentali. Le aziende interessate devono incrementare le spese pubblicitarie del 2024 di almeno l’1% rispetto agli investimenti dell’anno precedente. L’incremento verrà valutato sul 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, nel limite massimo di 30 milioni di euro. Inoltre gli investimenti devono essere effettuati direttamente dall’azienda e la fattura non deve contenere servizi complementari rispetto alla pubblicità.

Procedura di accesso al credito e scadenze

La procedura di accesso al credito si articola in tre step fondamentali:

Step 1 | Prenotazione. Dal 1 al 31 marzo 2024, le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali devono inviare la “Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta” una sorta di prenotazione delle risorse che contiene i dati degli investimenti effettuati nell’anno precedente e quelli previsti per l’anno in corso. La comunicazione va inviata telematicamente compilando l’apposito MODELLO predisposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per l’informazione e l’editoria.

Step 2 | Dichiarazione. Dal 9 gennaio al 9 febbraio dell’anno successivo, i soggetti interessati devono inviare la “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati”, attestante le spese realmente sostenute nell’anno precedente. Questa dichiarazione deve essere inviata tramite canali telematici ed elaborata dal commercialista.

Step 3 | Riconoscimento del credito. Entro il mese di marzo dell’anno successivo, il Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri comunicherà ufficialmente l’elenco delle società ammesse al credito e gli importi che potranno essere utilizzati come credito d’imposta per pagare IVA, tasse, contributi previdenziali, e altro.

Importo Credito d’imposta e utilizzo: L’importo del credito d’imposta viene calcolato sul 75% dell’incremento delle spese pubblicitarie tra il 2024 e il 2023. L’importo effettivamente riconosciuto dipende dalla disponibilità dei fondi, distribuiti proporzionalmente tra tutte le richieste ammissibili.

Per maggiori informazioni sul Bonus pubblicità 2024 o altre tematiche inerenti, vi invitiamo a contattare il nostro team di esperti attraverso l’apposito form.

Tags: