Diverse sono le claim utilizzate a fini commerciali nei Paesi UE allo scopo di fare presa sui consumatori perché relativi a caratteristiche di qualità.

claim

  1. Extra, Super e simili, sublime, di alta qualità, altamente nutritivo. L’uso del termine “extra” è subordinato al rispetto di condizioni stabilite dalla specifica normativa (come per il cioccolato), mentre le altre affermazioni devono essere precisate, coerenti con il prodotto e verificabili.
  2. Puro. Termine utilizzato con il significato di “solamente”.
  3. Fresco. Può indicare prodotti lavorati da poco o distinguerli da prodotti a media o lunga conservazione. È regolamentato per prodotti particolari come pasta e latte.
  4. Balsamico. Indica la presenza nel prodotto di menta e eucalipto e non è legato a particolari limitazioni.
  5. Naturale/ Garanzia e Garantito/ Selezione e Selezionato. L’uso di questi termini non è vietato purché venga esplicato.
  6. Vero/ Prodotto e/o confezionato a norma di legge/ Genuino/ Sicuro, Igienico. Il loro utilizzo non è in linea con il Regolamento: tutti i prodotti alimentari destinati alla vendita devono avere queste caratteristiche.
  7. Tipo, Gusto etc. L’utilizzo di questi termini nell’etichettatura è vietato perché dà una percezione distorta degli alimenti.
  8. Dietetico o Di regime. Si possono utilizzare queste diciture solo in relazione a prodotti pensati per categorie con specifiche esigenze (ad esempio donne incinte).
  9. Lavorato a mano etc/ Prodotto artigianale. Queste claim possono essere usate solo se le fasi principali del processo produttivo sono artigianali.
  10. Tradizionali. Si può utilizzare solo per preparazioni particolari tramandate da almeno 30 anni.
  11. Prodotto di montagna/ dell’agricoltura delle isole. Sono indicazioni volontarie che possono indicare solo prodotti provenienti e lavorati nei luoghi indicati.
  12. Alimento funzionale. Questa dicitura non è ancora stata regolamentata in quanto mancano norme per l’identificazione certa di tali prodotti.
  13. Senza additivi, secondo le disposizioni del disciplinare di produzione. È vietato in quanto attribuzione arbitraria.
  14. Senza glutine/lattosio. Sono claim regolamentate da precise norme.

Continuate a seguire il nostro blog per saperne di più e contattateci per confrontarvi con i nostri consulenti in materia e realizzare lavori di packaging ed etichettatura conformi alla legge.